Le grandi aziende si rifanno il look – I più grandi rebranding del 2021

Articole del 26.10.2021


Si sceglie di rinnovare il marchio per molti motivi: una maggiore percezione dei valori da parte del pubblico, un cambiamento dello stile comunicativo più adatto alla contemporaneità, la voglia di dimostrarsi sempre innovativi e in crescita. Ecco di seguito alcuni dei più importanti rebranding che abbiamo visto nell’anno passato.


Burger King



In questo 2021 Burger King è stata una delle prime grandi aziende a rivoluzionare il suo logo optando per un design in grado di dare ancora maggiore importanza all’elemento più iconico del brand: l’hamburger.


Fisher Price



Fisher-Price invece cambia senza stravolgersi troppo.
Rinuncia alle lettere maiuscole in modo da avvicinarsi ancora di più ad una grafia che rispecchi il suo target di riferimento, riduce il tendaggio da 4 a 3 drappi (less is more) e si concede il vezzo artistico di trasformare il trattino in un sorriso, accortezza sicuramente in linea con i valori che vuole ispirare il brand.


Blood Cancer UK



Molto spesso cambiare logo è importante per via di una non totale o errata percezione da parte del pubblico dell’identità aziendale.
È il caso di Bloodwise, ente di beneficenza per la ricerca sul cancro del sangue, che approfitta del suo cambio di denominazione in Blood Cancer UK per rifarsi il look con un appeal moderno in grado di mettere in evidenza la componente solidale dell’Ente.


GoDaddy



Chi decide di aggiungere invece è GoDaddy che non solo adotta uno stile più formale con l’obiettivo di ispirare più fiducia nei confronti della piccola media imprenditoria, ma inserisce anche un cuore stilizzato per mettere in evidenza il suo obiettivo di aiutare il piccolo-medio imprenditore ad avere successo.


Pfizer



Complice anche la centralità che l’azienda ha avuto nell’ambito di gestione della recente pandemia, Pfizer decide di evolvere la sua Brand Image da un logo prettamente commerciale ad uno più moderno che rappresenti anche l’intenzione del colosso farmaceutico di crescere nell’ambito dell’innovazione medica ispirandosi alla doppia elica del DNA in rappresentanza della “scienza che plasma il mondo”


Cadbury



Umanizzazione e raffinatezza per il multimiliardario brand Cadbury che in occasione del lancio della sua tavoletta di cioccolato “Marble” prende spunto dalla firma del nipote del fondatore dell’azienda donando un tocco di lusso con questo nuove tinte dorate.


BMW



Dopo aver passato 20 anni con lo stesso logo anche BMW, al pari di molti suoi competitor, rilascia una versione bidimensionale del suo logo. Rimangono le componenti essenziali ma anche qui si tende a semplificare tanto nei colori quanto nelle linee, più semplici e pulite come a rappresentare un’azienda più flessibile e pronta alle sfide che le riserva il futuro.


E necessario depositare una nuova domanda di registrazione marchio quando decidiamo di modificarlo?


In caso di modifiche sostanziali sicuramente sì, specialmente qualora si aggiungano elementi caratterizzanti e distintivi ad un marchio esistente.


Stai pensando di cambiare il tuo logo?


Contattaci per avere tutte le informazioni utili riguardo l’esigenza o meno di depositare una nuova domanda di registrazione del marchio o se, avendo registrato la nuova versione, ti stai chiedendo se mantenere anche le registrazioni delle precedenti stilizzazioni.


Rebranding 2021

Comments are closed.